Il trattamento dell’acqua potabile durante la stagione calda

  20 Lug 2018 10:00
La potabilizzazione dell'acqua è un processo che consiste nella rimozione delle sostanze contaminanti dall'acqua grezza per ottenere un'acqua idonea al normale consumo domestico o per usi industriali (es. per l'utilizzo da parte di stabilimenti a scopo alimentare). Tuttavia bisogna essere al corrente che in estate, l’acqua, ristagnando al caldo, favorisce la proliferazione di batteri, per cui è buona norma porre a valle di tutto il ciclo di potabilizzazione un idoneo trattamento di disinfezione.
 
Tra le condizioni più favorevoli alla proliferazione dei batteri troviamo l’aumento della temperatura, infatti la condizione massima di crescita dei batteri è a circa 37°. In estate, quando le temperature aumentano, e l’acqua tende a ristagnare, è necessario tenere sotto controllo la loro crescita e per bloccarla servono idonei trattamenti di sanificazione.

Il trattamento di disinfezione ha lo scopo di distruggere completamente i microrganismi patogeni o di microrganismi indicatori della potenziale presenza di colonie patogene. Questo trattamento è sempre presente nella potabilizzazione delle acque superficiali e, di regola, è posto a valle di tutto il ciclo di potabilizzazione.
 
Spesso, nel caso di acque superficiali, si può prevedere:
 
1. Una disinfezione iniziale (normalmente a valle dei trattamenti fisici semplici) con l'obiettivo ad esempio di:
  • evitare la proliferazione di alghe e microrganismi dannosi per i successivi trattamenti.
  • ossidare i composti inorganici (es. ferro, manganese, ammoniaca).
2. Una disinfezione finale (subito a valle dell'ultimo trattamento, es. post clorazione) al fine di abbattere i microrganismi residui e di conferire persistenza cioè garantire la potabilità dell'acqua fino alla singola utenza.
 
I trattamenti usualmente impiegati sono:
  • trattamenti chimici;
  • la clorazione;
  • la cloro-ammoniazione;
  • trattamenti fisici;
  • l'irraggiamento con raggi ultravioletti (UVC)
Come trattamento chimico, la clorazione è il trattamento di disinfezione più diffuso che garantisce l'igienicità dell'acqua per tutto il suo percorso fino all'utenza. Si tratta di una disinfezione eseguita anche a valle dell'impianto, prima che l'acqua sia immessa nella rete di distribuzione. Solitamente si aggiungono composti del cloro che, a contatto con acqua, danno origine al cloro attivo libero caratterizzato da un elevato potere ossidante sulle molecole organiche e, quindi, da un'azione battericida il cloro uccide gli agenti patogeni come batteri e virus rompendo i legami chimici delle loro molecole.
 
Come trattamento fisico, invece, l’irraggiamento con raggi ultravioletti (UVC) è quello che maggiormente è in grado di eliminare dall’acqua alcuni tipi di batteri, virus, fermenti lattici, alghe, protozoi ecc. senza l’aggiunta di prodotti chimici. Inoltre è tra i trattamenti più economici per la debatterizzazione dell’acqua, non comportando nessuna alterazione chimico/fisica dell’acqua, quindi nessuna alterazione dell’odore, del sapore e del PH dell’acqua trattata.
 
Un programma di trattamento efficace si basa sull’utilizzo di prodotti validi e, soprattutto, controllati da tecnici competenti che attraverso l’analisi dei parametri chimici dell’acqua possono verificare l’efficacia del trattamento e apportare le eventuali correzioni per assicurare i risultati promessi.

Gli esperti Technoacque saranno lieti di fornirti qualunque tipo di informazione sui prodotti chimici e soluzioni di trattamento dell'acqua, non esitare a contattarci.     
 
9001 14001 18001
AZIENDA CERTIFICATA ISO 9001:2015 – ISO 14001:2015 – OHSAS 18001:2007